venerdì 24 giugno 2011

Negli ultimi giorni si e' scoperto che i prigionieri appartenenti ad Hamas rinchiusi nelle carceri israeliani godono di accesso alla E mail, hanno la pagina facebook e tengono pure festeggiamenti in carcere.

Sono seguite le usuali promesse di restrizione da parte della amministrazione carceraria.

Adesso Hamas si arrabbia perche' tali promesse violerebbero le convenzioni internazionali .

Che, detto dai carcerieri di Gilad Shalit, fa un certo quale effetto comico.

Ma Hamas e i suoi sostenitori sono gente di spirito. Guardate qui che bella pagina facebook hanno inventato: Palestinian activists have set up a Facebook campaign to "abduct a partner for Shalit". Non lo trovate divertente?
 

3 commenti:

leftheleft ha detto...

eh sì, son proprio cattivi gli israeliani

barbara ha detto...

Molto kattivissimi (d'altra parte sono ebbrei - anzi, come ha scritto una volta qualcuno su un muro, "ebbrei magliali" - cosa vogliamo aspettarci?)

restodelmondo ha detto...

Giusto l'altro giorno (a Londra, zona Waterloo) ho visto un black cab con una pubblicità che lo copriva (spero di essere stata chiara). La pubblicità non era una pubblicità: era un manifesto che ricordava l'esistenza di Gilad Shalit. Mi è sembrata una cosa molto - come dire - decente, ecco.